Saturimetro, un grande alleato per chi soffre di asma

È sempre stato nel cassetto degli strumenti medici delle persone con asma e difficoltà respiratorie, ma ha conosciuto una nuova fama (purtroppo) con la pandemia di Covid19. Stiamo parlando del saturimetro, uno strumento rivelatosi preziosissimo in questo biennio 2020-2022 e apprezzato oggi da tante famiglie che solo fino a qualche anno fa non sapevano nemmeno che esistesse. 
 
Che cos’è il saturimetro? A cosa serve? Quali persone dovrebbero averlo sempre in casa o addirittura in viaggio? Perché il saturimetro è un alleato delle persone con asma?
Cercheremo di dare una risposta a tutte queste domande!

Cos’è il saturimetro

 
Il saturimetro (detto anche pulsossimetro) è un dispositivo pratico e leggero che si applica al dito e misura la concentrazione di ossigeno nel sangue.
Proprio per questa sua caratteristica è diventato uno strumento molto diffuso nel 2020, all’inizio della diffusione del nuovo Coronavirus: poiché la malattia Covid19 portava a molti pazienti delle grosse difficoltà respiratorie, la concentrazione dell’ossigeno nel sangue era un parametro fondamentale da tenere sott’occhio per decidere ad esempio se fosse necessario il ricovero in ospedale o meno. 
 
Fortunatamente, il saturimetro è più spesso usato come strumento di prevenzione in casi meno gravi. Ad esempio: 
 
  • Viene utilizzato dagli sportivi, spesso in concomitanza con il cardiofrequenzimetro, per monitorare le proprie prestazioni e lo stato di salute in generale 
  • Viene utilizzato dagli anziani o in generale dalle persone over 60 con difficoltà respiratorie dovute a diabete, ipertensione o obesità
  • Viene utilizzato dai fumatori cronici
  • Viene utilizzato dalle persone, bambini compresi, che soffrono di asma o di patologie allergiche gravi
 

In che modo il saturimetro aiuta le persone con asma?

 
Abbiamo detto che il saturimetro misura la quantità di ossigeno presente nel sangue: perché quindi può essere utile per chi soffre d’asma, soprattutto se abbinato ad allergie stagionali?
 
Ecco perché: una crisi di asma può far abbassare la saturazione di ossigeno di chi ne soffre al di sotto del 90%, che è la soglia di attenzione minimo. Una buona saturazione del sangue arterioso dovrebbe essere compresa tra il 98% e il 100% (quando, cioè, ciascun globulo rosso presente nel sangue trasporta in media dal 98% al 100% di ossigeno della sua capacità). 
 
Durante episodi patologici come bronchiti, influenze stagionali che colpiscono l’apparato respiratorio e anche durante le forme più lievi di Covid19 è fisiologico vedere un abbassamento della saturazione intorno al 97-95%: sotto questa soglia, però, è necessario essere vigili. 
 
Per questo motivo il saturimetro è un grande alleato delle persone che soffrono di asma: sono infatti le più soggette a crisi respiratorie (escluse le patologie molto gravi tipo la fibrosi cistica), soprattutto nella stagione delle allergie o delle influenze. 
 
L’asma è una delle malattie croniche più diffuse al mondo fra i bambini, anche se secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità le persone anche adulte che ne soffrono sono più di 230 milioni.
Non è una malattia da prendere sottogamba: nel 2015 nel mondo sono morte quasi 400mila persona per problemi correlati all’asma. 
 
L’asma colpisce le vie aeree, che essendo estremamente sensibili in questi soggetti si gonfiano impedendo un passaggio corretto dell’aria. 
I sintomi più caratteristici sono:
 
  • Il tipico respiro sibilante
  • Senso di oppressione toracica e fiato corto
  • Tosse, specialmente al mattino presto o di notte
 
Se pensi di soffrire d’asma - o se pensi che ne soffrano i tuoi figli - rivolgiti al tuo medico di fiducia!
 

Saturimetro: quale scegliere

 
Medel propone due tipi di saturimetro/pulsossimetro:
 
 
  • OXYGEN - Oxygen è il pulsossimetro in grado di calcolare la saturazione dell’ossigeno e anche la frequenza cardiaca (pulsazioni). Piccolo e leggero, è perfetto per un utilizzo sia a casa sia in viaggio. È dotato di display ruotabile in 4 diverse prospettive per una verifica dei dati da tutte le angolazioni, è un dispositivo medico di classe IIb ed è adatto per persone con insufficienza cardiaca, malattie polmonari croniche ostruttive, asma bronchiale. Dotato di batterie, ha anche una custodia e un cordoncino per poterlo portare sempre con sé!
  • PULSE PRO - Pulse Pro è il pulsossimetro calcola sia la saturazione dell’ossigeno sia la frequenza cardiaca (pulsazioni). È piccolo, leggero ed è dotato di display con 4 prospettive di visualizzazioni diverse. Ha anche un comodo display a colori ad alta definizione per una migliore lettura dei dati. Come Oxygen, è indicato per persone con insufficienza cardiaca, malattie polmonari croniche ostruttive, asma bronchiale. Durante la misurazione è possibile anche visualizzare l'indice di perfusione con il quale si determina la qualità della misurazione da parte di Medel Pulse Pro. È un dispositivo medico di classe IIb.
 
Non sai quale saturimetro/pulsossimetro scegliere? Chiedilo a noi!

Newsletter

Resta aggiornato sui prodotti e servizi Medel®


PRIVACY POLICYCOOKIE POLICY © MEDEL® INTERNATIONAL SRL 2022 P.IVA E CODICE FISCALE 02631930340